Costruire palazzi. Il sogno di ogni investitore immobiliare

La nascita di una Società Immobiliare

Forse non sai come funziona il mondo degli agenti immobiliari in Italia. Spesso sono lavori svolti da persone che non hanno trovato altro, persone che prima di trovare il posto fisso campicchiano in qualche modo vendendo qualche casa. L'agente immobiliare non ha, per il semplice essere agente, delle case da vendere, non gira tutto vestito bene e guadagna un sacco di soldi. Può arrivarci, vuole fartelo credere, ma non è così di base. 

Io volevo fare l'agente immobiliare, le case mi erano sempre piaciute, avevo studiato per fare il geometra, mio padre aveva già l'impresa edile. A 20 anni, poco dopo essermi diplomato e comunque iscritto all'università ho trovato subito lavoro in un'agenzia (non sapevo che c'è più bisogno di agenti che di acqua a questo mondo) e il fatto di aver trovato subito lavoro mi ha fatto sentire un eletto. 

Inizio i miei giorni di lavoro e mi dicono che devo avere un portafoglio clienti. Ah, e come si fa un portafoglio clienti? Si cercano certo, e come? Suonando il campanello e cercando le case da comprare (chi l'avrebbe mai detto che dovevo suonare i campanelli). Non lo sapevo, non sapevo che si trovavano così le case, ma alla fine è ciò che ho fatto. Ho preso tanti di quei "non rompere i coglioni" "hai rotto il cazzo" ecc che ci ho fatto l'abitudine. La prima casa l'ho venduta dopo quasi 8 mesi, non ho guadagnato che 300 euro al mese per un sacco di mesi, lavorando e studiando, per 300 euro al mese in mezzo a tanti insulti.

La ricerca di case è durata quotidianamente per 5 anni, ho suonato i campanelli della città, tutti ed almeno un paio di volte, le case si trovavano, diventavi cattivo sulla notizia, la puntavi, la sentivi, la tanavi come una iena sente un animale ferito, e quando la trovavi doveva essere tua. Se per strada trovavi altri agenti li depistavi, la guerra fredda a confronto non è nulla. Nel frattempo, avevo le mie case in vendita, le vendite ciclicamente arrivavano, non facevi gran soldi ma era meglio di prima. Qualcuno iniziava a riconoscerti per la figura che avevi e ti portava la casa da vendere. Nell'accompagnare gli acquirenti, che non è mai stato il mio forte, mi trovavo sempre meglio con quelli che compravano per investire, con loro mi confrontavo meglio, capivo cosa dicevano e cosa cercassero. Nelle mie attitudini quindi c'era quello di prendere le case in vendita al prezzo giusto di mercato, che non è una cosa che fanno tutti gli agenti, e quello di trattare con gli investitori. Allora capisci che quando trovi un affare devi trovare i soldi e puoi farlo direttamente, qualche amico ti da credito, lo fai guadagnare.. e così naturalmente, senza difficoltà capisci che il tuo lavoro naturale e questo, e gli anni di esperienza sono 11, ho guadagnato in mercati storicamente difficili per l'immobiliare, le operazioni fatte sono dozzine, tutte in utile, la società che si trasforma per essere più consolidata, il numero degli investitori diventa importante per numero e per importi e tutto cresce con naturalezza..